1

polizia scritta portiera

VERCELLI -13-05-2019 - La Polizia

di Stato di Vercelli ha dato esecuzione ad un’espulsione del Prefetto, con contestuale decreto di accompagnamento emesso dal Questore, successivamente confermato dal locale Giudice di Pace, a carico di un cittadino dominicano responsabile di stalking nei confronti della ex compagna, una vercellese classe 2000. L’uomo era stato individuato quale responsabile di numerose condotte persecutorie nei confronti della ragazza a seguito della fine della loro relazione sentimentale. Nello specifico, l’uomo aveva cominciato a perseguitarla con appostamenti e pedinamenti sotto casa e nei locali pubblici da lei frequentati e aveva minacciato di morte, anche con un coltello, lei ed i suoi congiunti, tanto da provocare un gravissimo stato d’ansia in tutti i componenti del nucleo familiare. Addirittura, in una occasione aveva fatto ritrovare alcuni vestiti della donna tagliati dopo che la stessa ne aveva chiesto la restituzione. A seguito delle indagini svolte, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, l'uomo era stato sottoposto alla misura del divieto di avvicinamento alla parte offesa ed ai propri congiunti.
I successivi accertamenti svolti dagli operatori dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Vercelli hanno permesso, una volta ottenuto il nulla osta dal Pubblico Ministero titolare delle indagini, di rimpatriare il violento stalker. Il dominicano era infatti irregolare sul territorio nazionale e destinatario di ben due espulsioni emesse dal Prefetto di Vercelli con contestuale ordine di allontanamento emesso dal Questore al quale non aveva mai ottemperato. L’uomo è stato dunque accompagnato all’aeroporto di Malpensa ed è stato fatto salire a bordo di un volo diretto a Santo Domingo nella giornata di venerdì.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.