1

vercelli polizia

VERCELI -11-04-2019 - Si è svolta ieri anche a Vercelli, la cerimonia ufficiale per il 167°anniversario della Polizia di Stato. E' stata l'occasione per divuglare i dati dell'attività svolta nell'ultimo anno.  L’attività svolta dalla Polizia di Stato nella Provincia di Vercelli è sempre più estesa e capillare, come dimostrano i risultati conseguiti. Inoltre, nel corso del 2018 e nei primi mesi del 2019, sono stati assegnati alla Questura di Vercelli 17 nuovi agenti in prova nell’ambito della strategia di rinnovamento e di riorganizzazione delle articolazioni periferiche, con la conseguente rimodulazione degli organici che ha consentito di garantire la presenza della doppia volante sul territorio per ogni turno di servizio.

Dall’analisi dei dati, per l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Vercelli si registra un considerevole incremento del numero delle Squadre Volanti presenti sul territorio (2.146 equipaggi rispetto ai 1.859 dell’anno pregresso). Le pattuglie delle Squadre Volanti sono intervenute su 1.623 segnalazioni ricevute dal N.U.E.-112 (tra cui 239 segnalazioni per il reato di furto, 5 per rapina, 409 per lite, 23 per soccorso pubblico, 30 per il protocollo E.V.A. in occasione di episodi di violenza domestica e 18 per la tutela delle fasce deboli).  La costante presenza delle Squadre Volanti sul territorio è dimostrata dall’aumento esponenziale del numero degli arresti effettuati in flagranza di reato (47 contro 11).Inoltre, è stata implementata anche la presenza delle pattuglie dei Poliziotti di Quartiere nelle vie del centro cittadino e nelle scuole con i progetti di educazione alla legalità (167 pattuglie contro le 113 del precedente periodo di riferimento).


Sul piano dei reati predatori, il numero delle rapine è rimasto pressoché invariato (10), mentre sono diminuiti i furti in appartamento, nelle attività commerciali e in strada (394 contro 450): in tal senso, sono stati eseguiti numerosi servizi di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio volti ad implementare l’attività di vigilanza e di pattugliamento del territorio. Gli interventi per lite restano numerosi: il numero (313) è pressoché costante e circa la metà degli interventi effettuati dagli operatori di Polizia (143) avviene in ambito familiare.


L’Ufficio Denunce, così come la Squadra Volante, è sempre più coinvolto nell’attività di primo intervento nei casi di maltrattamenti in famiglia o di grave disagio familiare che portano, di regola, all’allontanamento del familiare violento e alla conduzione della vittima in un luogo protetto. Per quanto attiene ai reati informatici, sono leggermente aumentate le denunce per truffe online (65 contro 54), ma diminuite le denunce per le frodi informatiche (110 contro 121).


Sul versante investigativo, la Squadra Mobile della Questura di Vercelli ha conseguito importanti risultati: nel periodo di riferimento, sono state infatti tratte in arresto 59 persone (di cui 25 in flagranza di reato, 16 in esecuzione di misure cautelari detentive, 13 in esecuzione di misure cautelari non detentive emesse a seguito di attività di polizia giudiziaria e 18 in ottemperanza a ordini di carcerazione) contro le 51 dell’anno precedente e indagate 151 persone. Per quanto attiene ai reati contro la persona e a danno di minori, sono stati effettuati 7 arresti e 6 indagati per i reati di maltrattamenti in famiglia, di violenza sessuale e di stalking. Sono inoltre state eseguite 8 misure cautelari non detentive per episodi di violenza domestica. Indagini particolarmente complesse hanno portato al fermo di un operatore in servizio presso una comunità per minori, indiziato di aver abusato di due minorenni ospiti di tale struttura assistenziale.


Nell’ambito dei reati di maggior allarme sociale, come quelli contro il patrimonio e le truffe a soggetti deboli, sono stati indagati 13 soggetti per il reato di rapina e 18 per il reato di furto. Per quanto riguarda l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti con l’arresto di 28 soggetti, 15 indagati in stato di libertà e con il sequestro di oltre 60 kg tra hashish e marijuana, 10 kg tra eroina e cocaina e circa 200.000 mila euro in contanti provento dell’attività illecita.


Sono state eseguite 3 espulsioni prefettizie nei confronti di tre soggetti di nazionalità straniera (due cittadini marocchini ed uno tunisino), sospettati di radicalizzazione e ritenuti socialmente pericolosi.   Per quanto riguarda l’attività di contrasto all’immigrazione irregolare, nel periodo in esame si registra una stabilità nel numero dei decreti di espulsione (65 rispetto ai 66 dell’anno precedente), un lieve calo degli accompagnamenti alla Frontiera (10 rispetto ai 16 dell’anno precedente) ed un considerevole aumento dei soggetti accompagnati ai Centri di Permanenza per i Rimpatri – ex C.I.E. (20 rispetto a 12) e degli Ordini di allontanamento del Questore (84 rispetto ai precedenti 71).

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.