1

UNCEM PIEMONTE Ufficio di Presidenza ok

TORINO - 14-01-2021 - Andare oltre l'emergenza sanitaria, costruendo strumenti e progetti per guardare oltre la pandemia, per rispondere alle esigenze degli Enti locali, per generare coesione, rispondendo alle emergenze, anche climatiche, che i territori hanno vissuto negli ultimi anni. L'Ufficio di Presidenza Uncem Piemonte (Unione Comuni Enti Montani) riunito stamani a Torino sotto la guida di Roberto Colombero, ha compiuto un lavoro di analisi delle principali sfide per l'organizzazione degli Enti montani che deve essere su due canali. "Il primo - evidenziano Colombero e i Vicepresidenti Igor De Santis e Matteo Passuello - è rafforzare le Unioni montane, i Comuni, attuando la legge 14/2019 sulla montagna, e costruendo anche strumenti istituzionali per dare stabilità alle Unioni, capaci di lavorare meglio, con macchine organizzative snelle e certe. Nell'immediato occorre rispondere alle emergenze, in primis alle conseguenze di quella sanitaria, ma anche legate ai cambiamenti climatici. I Comuni lottano ancora con le conseguenze gravi dell'alluvione di inizio ottobre e molti territori hanno avuto non poche problematiche con le nevicate della scorsa settimana. Uncem è al loro fianco e lo abbiamo detto anche ieri al Prefetto, servono interventi strutturali delle imprese per accorciare le sperequazioni territoriali, consentire investimenti, superare gap di sviluppo".

"Vi è poi un fronte di lavoro molto importante per Uncem - sottolineano De Santis e Passuello - e cioè lavorare in prospettiva, sulla nuova programmazione europea ad esempio o sul come attuare e portare il Piano nazionale di ripresa e resilienza sui territori. Occorre costruire con gli Enti modelli di sviluppo che incrocino l'innovazione e la sostenibilità. Siamo certi come Uncem che i borghi e le aree montane ancora una volta siano in grado di dare risposte migliori e più efficaci alla crisi pandemica e alla crisi climatica. Occorre un'azione forte di tutto il sistema istituzionale che individui percorsi di crescita capaci di non lasciare indietro nessuno". "Che nessuno si salva da solo - aggiunge il Presidente Colombero - la montagna l'ha sempre saputo. Ma vogliamo riscoprirlo e riaffermarlo nei percorsi istituzionali, politici ed economici che Uncem conduce con tutti i livelli amministrativi". (c.s)

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.