1

yanga mascherine

 

BIELLA 25-11-2020 Yanga srl,

 

azienda specializzata nella produzione di bendaggi tubolari per uso sanitario e dispositivi ortopedici, dopo aver convertito una parte di produzione alla realizzazione di mascherine protettive a seguito del Covid-19, ha condiviso con l’artista Silvia Levenson l’idea di un progetto per sostenere l’associazione “Non sei sola” di Biella, il progetto "Sinergie".

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre, Yanga realizza con Silvia Levenson un'edizione limitata di mascherine serigrafate numerate da 1 a 100.

"Con il lockdown, i casi di violenza in famiglia si sono aggravati e riuscire a sensibilizzare le persone su questo tema è molto importante. Il fatto che tutti gli aiuti restino a Biella è per noi ulteriore motivo di orgoglio: questo è il nostro contributo per aiutare concretamente una parte debole e fragile del nostro territorio". Zaira Beretta, direttore marketing di Yanga, azienda leader del settore medicale dal 1974 sita in Crevacuore, e direttore artistico dello spazio espositivo Zaion a Biella, spiega così il cuore della nuova iniziativa che vede l'azienda protagonista.

"L'idea è di unire tre mondi del territorio biellese, il tessile, l'arte e il volontariato - continua Beretta - utilizzando come collante il lavoro dell’artista argentina di fama internazionale Silvia Levenson, per sostenere l’associazione di volontariato".

Il soggetto scelto dall'artista per le serigrafie è La Bomba a Mano; accattivante nel colore ma letale nella sostanza, è uno dei soggetti più utilizzati dall’artista. La bomba è da maneggiare con cura, a testimonianza del delicato equilibrio dei rapporti all’interno della famiglia.

Le iniziative già finanziate e quelle in attesa di fondi

Ad oggi, il ricavato della vendita delle prime due edizioni delle mascherine serigrafate ha permesso già di rispondere a due precise esigenze segnalate all’associazione “Non sei sola”: pagare gli studi universitari ad una studentessa che vive un disagio familiare e finanziare lo stage in azienda da parte di una donna vittima di violenza che, in questo modo, può avviarsi verso l’indipendenza economica. Un terzo progetto è in attesa di essere supportato: il finanziamento di un ciclo di 12 sedute di psicoterapia ad una vittima di violenza per aiutarla ad affrontare il disagio.

Le mascherine in edizione limitata: come fare a sostenere il progetto

Le mascherine Yanga, serigrafate in tirature limitate 1/100 da Silvia Levenson, sono vendute a €25,00 cadauna. Tutto il ricavato andrà all’Associazione “Non Sei Sola” di Biella per sostenere i progetti in aiuto alle donne vittime di violenza che si appoggiano all’Associazione.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.